Tu sei qui

Home » Terapia » Note generali sul Metodo

Note generali sul Metodo

Il bambino neonato con problemi neuro e psicomotori, indipendentemente da quale ne sia la causa, non riesce ad avere spontaneamente tutte le esperienze di movimento dei bambini normali.
E' proprio questa assenza di esperienza che impedisce al sistema nervoso del bambino di imparare a controllare i movimenti.
Tecnicamente questa mancata esperienza viene chiamata "ritardo dello sviluppo neuropsicomotorio". Una forma particolare e patologica di ritardo è la "paralisi cerebrale infantile".
La paralisi cerebrale, come del resto tutte le forme di ritardo di sviluppo, può essere "prevenuta" e corretta, almeno in qualche misura.
Il metodo terapeutico e preventivo si basa in sostanza sul riproporre al bambino tutta la serie di schemi neuropsicomotori che fanno parte del bagaglio innato dell'apprendimento naturale.
Ricerche mediche recenti hanno dimostrato che l'esperienza spontanea e autonoma del bambino, quando viene sviluppata in maniera fisiologica, anche se dovuta a stimolazione e a controllo esterno, conduce sempre a risultati analoghi a quelli delle esperienze del bambino normale.
Il metodo è perciò una "neuro-psico-fisioterapia speciale", anche se abbastanza semplice, da applicare molto frequentemente, che fa ripercorrere al bambino le tappe dello sviluppo "spontaneo normale" mediante stimolazioni.
l metodo e' perfettamente tollerato, senza alcuna controindicazione, addirittura raccomandabile anche per bambini sani. I  risultati sono sempre buoni, a volte anche straordinari.

 

IL MEDICO DICE

La paralisi cerebrale infantile è un disordine persistente, ma non immutabile della postura e del movimento, dovuto a una lesione o ad una alterazione delle funzioni cerebrali, che interviene prima che la crescita e la maturazione del sistema nervoso centrale siano completate.
La riabilitazione neuropsicomotoria consente e stimola la maturazione contemporanea dei vari aspetti fondamentali dello sviluppo globale, neurologico, affettivo, psichico e psicologico.
La tecnica di riabilitazione neuro-psico-motoria si rifà, con opportuni accorgimenti e varianti introdotte ultimamente, al "principio locomotorio", che potrebbe essere indicato anche come "matrice fondamentale dello sviluppo normale", secondo il Dott. Vojta.
Il trattamento secondo questo principio si serve delle reazioni a stimoli imposti per giungere a "liberare" gli elementi congeniti della "locomozione" umana, per lo sviluppo globale, fisiologico, attivo, sia nel neonato che nell'adulto (inteso anche come bambino dall'anno in su).

Dott. Castagnini


Con il dovuto approccio neuropsicomotorio da noi proposto si possono trattare tutte le patologie dello sviluppo del bambino.

X